News

In occasione delle festivitÓ il Castello

sarà aperto tutti i giorni compresi Pasqua, Pasquetta, 25 aprile,  1 maggio, con visite ogni 10 mimnuti. (Aperto con orario regolare an...

Per il 2014 una stagione ricca di iniziative

Per il 2014 Il Museo del Castello Odescalchi di Bracciano offre una stagione ricca di iniziative proposte per vivere il castello e ritagliate sulle...

VISITE PER BAMBINI

    VISITE ANIMATE PER BAMBINI   Tutte le domeniche  alle ore 11,30. Un percorso pensato per i piccoli vis...

CASTELLO ODESCALCHI di Bracciano

t. 06.99.80.23.79
f. 06.99.80.23.80
castello@odescalchi.it
                Contatti

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua e-mail

Accetto
 
  • Giardino Segreto

    Ricevimenti - Giardino Segreto

    Un giardino pensile affacciato sul lago di Bracciano, in passato ricco di fontane e strutturato come un classico giardino all'italiana, attualmente è sovrastato da due imponenti cedri secolari del Libano.


    Alla base delle mura del Castello, si trovano scene di caccia scolpite nella roccia mentre è ancora visibile la spartizione del muro di cinta composta da lesene e archi in laterizio.

  • Sala dei Cesari

    Ricevimenti - Sala dei Cesari

    E' la sala più ampia dell’ala nord; originariamente il soffitto si elevava a doppia altezza ma venne abbassato nella II metà dell’800, ricavando una seconda sala. Sulla parete di fondo nel 1960 venne posizionato il grande affresco di Antoniazzo Romano che celebra due importanti momenti della storia di Gentil Virginio Orsini: la cavalcata a capo delle truppe aragonesi verso Bracciano e l’incontro con Piero de’ Medici. I Busti dei Cesari collocati intorno alle pareti sono in Marmo bianco e Peperino del XVII secolo.

  • Sala dei Cesari

    Ricevimenti - Sala dei Cesari

    E' la sala più ampia dell’ala nord; originariamente il soffitto si elevava a doppia altezza ma venne abbassato nella II metà dell’800, ricavando una seconda sala. Sulla parete di fondo nel 1960 venne posizionato il grande affresco di Antoniazzo Romano che celebra due importanti momenti della storia di Gentil Virginio Orsini: la cavalcata a capo delle truppe aragonesi verso Bracciano e l’incontro con Piero de’ Medici. I Busti dei Cesari collocati intorno alle pareti sono in Marmo bianco e Peperino del XVII secolo.

  • Sala dei Cesari

    Ricevimenti - Sala dei Cesari

    E' la sala più ampia dell’ala nord; originariamente il soffitto si elevava a doppia altezza ma venne abbassato nella II metà dell’800, ricavando una seconda sala. Sulla parete di fondo nel 1960 venne posizionato il grande affresco di Antoniazzo Romano che celebra due importanti momenti della storia di Gentil Virginio Orsini: la cavalcata a capo delle truppe aragonesi verso Bracciano e l’incontro con Piero de’ Medici. I Busti dei Cesari collocati intorno alle pareti sono in Marmo bianco e Peperino del XVII secolo.

  • Sala del Trittico

    Ricevimenti - Sala del Trittico

    Chiamata così per la composizione a trittico di un’interessante pala d’Altare della prima metà del ‘500 con due ante d’organo di scuola umbra che raffigurano un’annunciazione. Accanto a queste opere sono raccolte in questa sala altri dipinti della collezione di opere del ‘400 qui collocate probabilmente da Baldassarre Odescalchi in occasione del riarredo del Castello.

  • Corte d'Onore

    Ricevimenti - Corte d'Onore

    Dal grande arco d'entrata si accede all'ampia corte del castello, dalla forma di un triangolo irregolare. Il loggiato della parete ovest e il portale di accesso alla Sala dei Cesari devono forse il loro aspetto a Francesco di Giorgio Martini. 

  • Armerie

    Ricevimenti - Armerie

    Sovrastata da un robusto arco sorretto da pilastri in pietra, si trova la porta che immette ad una serie di ambienti, in parte scavati nella rupe e rischiarati da finestre, destinati al corpo di guardia ed al presidio del Castello, con deposito di armi e di munizioni. Dall'ultimo di questi ambienti si accede ad un cunicolo di drenaggio destinato a raccogliere l'acqua piovana che cadeva nella corte.

  • Sala del Pozzo

    Ricevimenti - Sala del Pozzo

    in costruzione

  • Antiche Cucine

    Ricevimenti - Antiche Cucine

    Fulcro della zona di servizio del Castello, le antiche cucine conservano ancora gli enormi 4 camini dove venivano allestiti i ricevimenti della corte rinascimentale. Ancora oggi sono esposti i tegami di rame con il loro numero di inventario e l’incensiere simbolo della famiglia Odescalchi utilizzato per marchiare la proprietà.

MUSEO

Centro amministrativo e di rappresentanza delle importanti famiglie che lo hanno posseduto, il Castello narra i suoi sei secoli di storia attraverso le antiche armi, gli arredi e i dipinti, i libri e i manoscritti, le decorazioni e gli a...

RICEVIMENTI

La Sala dei Cesari, il Giardino Segreto, L'antica Torre, la Sala delle Armi... Cinquecento anni di Storia continuano a vivere nelle sale e nei giardini del Castello Odescalchi di Bracciano.   Alla preziosità delle...

MANIFESTAZIONI

Monumento vivo, il Castello accoglie  oggi visitatori ed eventi, proponendosi come meta privilegiata per quel turismo culturale che, negli ultimi  anni, ha imparato a riscoprire e ad apprezzare i tesori storico-artistici d...
P.I. 06502701003 Copyright © 2006-2011 Castello Odescalchi di Bracciano - Livio IV Srl - Via Gregorio VII 368 - 00165 Roma - Italy - Tutti i diritti riservati